Richiedi preventivo

PORTO DI RAVENNA
Pre clearingsdoganamento in mare

In questo contesto  il porto di Ravenna è stato pioniere nella sperimentazione del pre clearing prima e dello sdoganamento in mare poi.

“L’attivazione di tale procedura è stata resa possibile grazie all’apporto sinergico di tutti gli attori, istituzionali e privati, della filiera logistica e della comunità portuale ravennate”, spiega l’Agenzia delle Dogane in una nota.

La procedura per lo sdoganamento in mare è riservata per il momento solamente ai container, per merce in arrivo da paesi extra-ce. Tale procedura permette di espletare le formalità doganali di import prima che la nave attracchi al porto: viene quindi snellito e fortemente accelerato il transito e il traffico delle merci dal POD alla consegna finale.

Cosa succede in pratica?
Le autorità addette al controllo dei documenti relativi ad ogni container, disponibili fin dal momento della partenza nave, procedono alla verifica e, nel caso non ci siano problemi di alcun genere, allo sdoganamento mentre la nave e la merce sono ancora in viaggio.
Così facendo i container in regola con la documentazione e che non sono sottoposti a nessuna verifica doganale (sia essa documentale, scanner o fisica), sono liberi di lasciare il porto di destino subito dopo lo sbarco.
Ecco quindi che i tempi di resa per le merci diminuiscono sensibilmente e questo, oltre a costituire un enorme punto a favore per noi e per i nostri clienti, contribuisce ad elevare notevolmente la funzionalità ed il valore dei nostri porti.

L’agenzia delle dogane tramite l’avvio del pre clearing ha realizzato ciò che sembrava irraggiungibile:

il tempo di permanenza dei container nel porto di Ravenna, a seguito di tale processo, è stimato dalle 4 alle 6 ore.

Provare per credere!

By |18 Giugno 2015|News & Trends|

Iscriviti alla Newsletter XPED